Extreme - Cappella Porta

Dati generali

Difficoltà: extreme 
Lunghezza: 8,7 km 
Pendenza media: 8,6% 
Pendenza massima: 18% 
Dislivello: 750 m 
AR da Verbania Pallanza (piazzale Villa Taranto): 30 km 
Rapporto consigliato: 34/26

 

 

 

cappella-porta

Altimetria

alt 48-Cappella Porta extreme vb

 

 GPS Scarica tracciato GPS PDF Scarica scheda PDF

 

 

Breve presentazione

La prima parte è la stessa che porta a Caprezzo. 

Dalla piazza della chiesa si prosegue diritti per via Ronchi sino alle ultime case del paese. Un paio di tornanti portano fuori dall’abitato. I primi 2 km sono abbordabili con una pendenza media intorno al 10% e qualche strappo del 13%. Qui si ha modo ancora di assaporare il profumo del bosco e di osservare le sparute baite che stanno ai lati della strada.  

Intorno al km 5,5 dell’intera salita si arriva sul crinale che sovrasta, sulla sx, Caprezzo. Da qui, sino a giungere a una specie di scollinamento, iniziano i dolori veri, con il compiuterino che arriva a segnare il 17%. È il tratto più duro in assoluto. L’unica consolazione è che a seguire vi è un mezzo km quasi pianeggiante, quel tanto che basta a riprendere fiato e affrontare gli ultimi 2 km che oscillano fra il 9% e oltre il 12%.

Lungo questo tratto si costeggiano alpeggi davvero belli, con baite rimesse a nuovo. Luglio e agosto sono i mesi in cui è più facile incontrare chi li abita, per cui è meglio prestare attenzione e non pedalare in mezzo alla strada... anche quando si tratta di “scrivere”. 

Gli ultimi 200 m sono una passeggiata; l’unica avvertenza è prestare attenzione al fondo stradale che non è dei migliori. In questo caso, proprio perché si è fuori dal mondo, è meglio premunirsi portando con sé almeno un paio di camere d’aria di scorta e un pezzettino di copertoncino morbido in caso di rattoppo.

Il paesaggio è decisamente bello. Alla nostra sinistra, sul crinale opposto, possiamo ammirare l’Alpe Pala. In verità questo è anche l’unico tratto in cui si ha modo di guardarsi attorno e ammirare il panorama circostante, al termine di un percorso quasi tutto all’ombra del bosco o nel mezzo di avvallamenti che poco offrono alla vista d’insieme. L’aria comunque è di quelle sopraffine... vale per la respirazione, ma anche per la discesa: portarsi appresso come minimo una mantellina.

 

La mappa

I nostri sponsor

Copyright © 2017 | .::. Le salite del VCO .::. Tutti i diritti riservati
Credits: Editmedia srl editoria e comunicazione - Via De Angeli 73, 28887 Omegna (VB), tel. 0323 887111, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Proprietà: Ver-Bike - Le Salite del VCO - C.so Europa 64/F, 28922 Verbania (VB) - P.IVA 01810030039