Salite dell'Ossola - Colloro

Dati generali

Difficoltà: media difficoltà 
Lunghezza: 4.1 km 
Pendenza media: 7.3% 
Pendenza massima: 12% 
Dislivello: 298 m 
AR da Domodossola: 43 km 
Rapporto consigliato: 34/22



Punto convalida

Colloro 
Circolo ACLI di Colloro 
Indirizzo: Via Premosello
Telefono: 0324 88194 
Chiuso Lunedì • Orario: 9,30-20,00 

 

colloro

 

Altimetria

 

GPS Scarica tracciato GPS PDF Scarica scheda PDF

 

Breve presentazione

Salita breve, ma decisa, con pendenze regolari. Tutta esposta al sole e al riparo dal vento; praticabile quasi tutto l’anno... neve e ghiaccio permettendo. La strada, dal fondo buono, è abbastanza stretta e presenta diverse curve. Il traffico è abbastanza limitato. 11 sono i tornanti che da Premosello portano alla frazione di Colloro. Si parte dalla piazzetta XXIX Agosto, dove è posta una bella fontana in sasso con la vasca ottagonale, e si prende per via Caduti della Libertà, costeggiando il rio del Ponte. Dopo un centinaio di metri si passa sotto un arco per poi svoltare a dx, lambendo il monumento all’alpigiano. Si passa quindi davanti all’oratorio di Sant’ Anna (secolo XVI), dove ha inizio la vera e propria salita. Man mano che si sale è possibile ammirare il panorama della valle sottostante. Alle prime case della frazione, dove è posto il cartello “Colloro”, si prosegue diritti lungo un breve tratto pianeggiante, al termine del quale bisogna prendere per Lut-Capraga. Un breve tratto in salita e si arriva alla piazzetta posta sotto la chiesa di San Gottardo (secolo XV), con una cappella votiva in cui è raffigurato un “miracolo” di caccia; da qui si scende al Circolo, fondato nel 1903, dove è posto il punto di convalida. Dal Circolo la strada prosegue in discesa e dopo un breve tratto sbocca sulla carrozzabile che riporta a Premosello. L’origine del nome Colloro (nel dialetto locale “Clor”) è ignota. Potrebbe derivare dal latino corylus (noccioleto) oppure, come spesso con i nomi inizianti per “clo”, potrebbe indicare pietra, roccia, il bastione su cui è posta la frazione. Un tempo era una località importante (a metà del XIX secolo contava quasi 800 abitanti), poi l’emigrazione e la discesa verso il fondo valle fecero calare la popolazione alle attuali 200 persone. Gli amanti della cultura locale possono visitare il torchio del XVII secolo e la Cà Vegia, la casa museo con le testimonianze della vita contadina locale.

 

 

La mappa


Visualizza 95-Colloro in una mappa di dimensioni maggiori

I nostri sponsor

Copyright © 2017 | .::. Le salite del VCO .::. Tutti i diritti riservati
Credits: Editmedia srl editoria e comunicazione - Via De Angeli 73, 28887 Omegna (VB), tel. 0323 887111, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Proprietà: Ver-Bike - Le Salite del VCO - C.so Europa 64/F, 28922 Verbania (VB) - P.IVA 01810030039